CESTINI ALLA CREMA SOFFICE di cipolla, robiola e tonno

CESTINI ALLA CREMA SOFFICE

Ricetta di facile e veloce esecuzione, i Cestini alla crema soffice di cipolla, robiola e tonno ti stupiranno per la loro inaspettata consistenza leggera e la delicatezza del sapore.

La crema soffice, inoltre, può essere utilizzata anche in preparazioni alternative, consentendoti di creare di volta in volta una golosità nuova e stuzzicante.

Oltre a questi delicati cestini potrai, infatti, utilizzare la crema di cipolla, robiola e tonno per farcire tartine (ottime con pane di segale o integrale), mini tramezzini,  vol au vent o bignè, oltre a risultare ottima anche abbinata a cruditè di verdura o taglieri di salumi….

Insomma, che si tratti di finger food, apericena o antipasto sfizioso, lascia libero sfogo alla tua fantasia ed ogni momento sarà perfetto per assaporare questa piccola delizia gourmet!

Il consiglio di Froghy:

Se utilizzi pasta sfoglia, bignè o vol au vent, ricordati di farcirli solo prima di servire altrimenti, stando lì, tenderanno a perdere la loro croccantezza, rischiando poi di risultare “mollicci”.

Se invece vuoi creare cestini o bicchierini alternativi alla sfoglia, basterà sostituirla con pasta brisèe.

Cosa ti serve

Padella media antiaderente con coperchio

Coltello tranciante medio

Tagliere

Ciotola media

Forchetta

Cucchiaio

Cucchiaino

Pirottini di carta piccoli

Bicchierino da liquore

Alluminio per alimenti

Placca da forno o teglia bassa

Piatto piano

Sac à poche

Vassoio di servizio

Pellicola per alimenti

Ingredienti

Dosi per 10 persone

Dose per 40 cestini di sfoglia (circa 3-4 a persona):

Pasta sfoglia pronta 2 rotoli

Robiola fresca (tipo osella) gr 200

Cipolla bianca (media grandezza) pz 2

Tonno in scatola gr 80

Paprika polvere 1 cucchiaino abbondante

Prezzemolo tritato 1 cucchiaio

Olio evo 1 cucchiaio

Capperi sott’aceto 1 cucchiaio

Acqua naturale 1 mestolo

Sale e pepe q.b. (a gusto)

Pepe rosa in grani q.b. per decorare

Preparazione CESTINI ALLA CREMA SOFFICE di cipolla, robiola e tonno

Accendi il forno statico a 190°C e preriscalda.

Pela ed affetta le cipolle poi sminuzzale finemente e ponile nella padella insieme ad un cucchiaio di olio evo, al mestolo d’acqua, un pizzico di pepe e la paprika: fai stufare per 15 minuti su fiamma media, coprendo con il coperchio nei primi minuti di cottura, mescolando ogni tanto.

Nel frattempo, prepara i bicchierini di pasta sfoglia.

Srotola la sfoglia e, usando un bicchiere da liquore o semplicemente un coltello a punta, ricava 20 dischi da ogni rotolo, della grandezza circa dei pirottini che utilizzerai.

Sistema ciascun disco di pasta nel relativo pirottino e riempi l’incavo con una pallina di carta stagnola in modo che l’interno di ogni cestino non si gonfi troppo in cottura, poi disponi tutti i pirottini su una placca o teglia bassa da forno.

Quando il forno avrà raggiunto la temperatura impostata, inforna e cuoci i cestini di sfoglia per 8-10 minuti (a seconda del tuo forno) , fino a che siano dorati.

A questo punto, le cipolle avranno terminato la cottura (devono essere quasi trasparenti): spegni il fuoco ed unisci al contenuto della padella il prezzemolo tritato, mescolando.

Poi trasferisci le cipolle in un piatto piano ed allargale affinché raffreddino bene.

Quando i cestini di sfoglia sono dorati, estrai la teglia dal forno ed attendi 10 minuti, poi elimina da ciascun cestino sia la pallina di alluminio sia il pirottino e procedi sistemando man mano tutti i cestini su un vassoio o piatto da portata.

Una volta raffreddate le cipolle, uniscile nella ciotola media alla robiola ed al tonno, aggiustando di sale e pepe secondo il tuo gusto: mescola bene con la forchetta.

Sminuzza nella crema anche i capperi ed amalgama bene il tutto, poi riempi con questo preparato la sac à poch e po

ni in frigo a rassodare per 10-15 minuti, o comunque fino al momento di servire.

Poco prima di portare in tavola, estrai la sac à poche, contenente la crema soffice alla cipolla, dal frigo e riempi tutti i cestini di sfoglia, poi decora ciascuno con due o tre granelli di pepe rosa e servi.

CESTINI ALLA CREMA SOFFICE

Note e curiosità

Le qualità benefiche della cipolla sono numerose grazie in particolare alla presenza della quercetina, un flavonoide che aiuta nella prevenzione di osteoporosi, asma, malattie virali ed infiammatorie, svolgendo anche importanti funzioni antiossidanti e anticancro.

Già nell’Antico Egitto c’era la credenza che l’aroma della cipolla potesse riportare in vita i morti mentre gli antichi Romani ne producevano un unguento che, spalmato sulla pelle, serviva per rinforzare i muscoli dei gladiatori.

Successivamente, nel Medioevo, i medici erano soliti prescrivere il consumo di cipolla per combattere mal di testa, caduta dei capelli e morsi di serpente, oltre ad essere considerata un regalo buono e propizio a tal punto da essere talvolta utilizzata anche come mezzo di pagamento.

Secondo la credenza popolare, dalla tipologia di buccia della cipolla si poteva prevedere il tempo: quando le cipolle mostravano una buccia sottile era indice di un inverno mite, mentre in presenza di buccia grossa e spessa la stagione si preannunciava dura e fredda.

Oggi, la cipolla è la pianta maggiormente coltivata in Italia e se ne riconoscono sempre più le grandi proprietà organolettiche, grazie all’alto contenuto di vitamine e sali minerali che la rendono un perfetto antibiotico naturale.

Condividi

Share on facebook
Share on twitter
Share on pinterest
Share on telegram

Grazie ... ti risponderò al più presto