TORTA SETTEMBRINA fichi, pistacchi e cioccolato

Torta settembrina

Una ricetta sana e leggera per sancire la fine dell’estate ed accogliere l’autunno con la giusta carica di energia.

La Torta Settembrina con fichi, pistacchi e cioccolato ti aiuterà, infatti, ad affrontare con più gusto il rientro e la ripresa di tutte le attività della routine quotidiana.

Un dolce senza latte e senza burro, con farina di farro e di grano saraceno, reso goloso dalla presenza dei dolci fichi di stagione, perfetti in abbinamento alle gocce di cioccolato fondente ed a quel tocco leggermente salato che regalano i pistacchi.

Cosa ti serve

Ciotola grande

Ciotola media

Fruste elettriche (o a mano)

Mixer elettrico

Coltello a lama liscia

Cucchiaio

Cucchiaino

Forchetta

Teglia rettangolare cm

Carta da forno

Vassoio o piatto di servizio

Ingredienti

Dosi per 12 persone

Farina di farro gr 200

Farina di grano saraceno gr 40

Amido di mais gr 40

Zucchero di canna integrale gr 120

Uova pz 3

Olio evo (o semi di girasole) gr 50

Acqua naturale gr 120

Lievito vanigliato per dolci 1 bustina

Estratto di vaniglia 1 goccia

Crema di pistacchio 2 cucchiaini

Scorza gratt. di 1 lime

Fichi freschi pz 5

Gocce di cioccolato fondente gr 50 + 1 cucchiaio (per decorare)

Pistacchi tritati (grossolanamente) gr 30+1 cucchiaio (per decorare)

Zucchero a velo (di canna) q.b. per spolverizzare, facoltativo

Preparazione TORTA SETTEMBRINA fichi, pistacchi e cioccolato

Accendi il forno statico a 180°C e fai scaldare.

Nella ciotola media, unisci le farine, la scorza grattugiata del lime, il lievito vanigliato e i pistacchi tritati con il mixer, poi mescola omogeneamente con una forchetta.

Nella ciotola grande, monta, con le fruste elettriche, le uova con lo zucchero di canna e l’essenza di vaniglia, fino ad ottenere un composto chiaro e spumoso (ci vorranno alcuni minuti).

Unisci al composto di uova e zucchero anche la crema spalmabile di pistacchio e l’olio, poi aziona nuovamente le fruste ed amalgama il tutto.

A questo punto, sempre con le fruste in movimento, versa a filo l’acqua e mescola omogeneamente.

Trita grossolanamente con il mixer solo uno dei fichi, dopo averne eliminato la buccia, e successivamente aggiungilo al composto montato di uova, azionando le fruste per amalgamare il tutto.

Arresta le fruste e versa nella ciotola grande il misto di farine, lievito, scorza grattugiata e pistacchi tritati: amalgama grossolanamente con la forchetta.

Riaccendi le fruste e mescola ancora un poco il composto fino a renderlo liscio ed omogeneo.

Versa il composto ottenuto nella teglia, precedentemente foderata con carta da forno, livella bene l’impasto con una spatola e sistema sulla superficie le fette dei fichi (a cui avrai prima eliminato la buccia): da ogni fico otterrai quattro fette.

Cospargi la superficie dell’impasto con un cucchiaio di gocce di cioccolato ed uno di pistacchi spezzettati.

Quando il forno ha raggiunto la temperatura precedentemente impostata, inforna la teglia ad un’altezza media e cuoci per 45-50 minuti a seconda del tuo forno.

Al termine della cottura, estrai la tua torta dal forno e lascia raffreddare un poco prima di trasferirla su una gratella fino a quando, completamente fredda, puoi sistemarla su un vassoio o piatto di servizio, tagliata a quadrotti (o fette, se usi uno stampo tondo) e, se gradisci, spolverizzata con un poco di zucchero a velo (di canna).

 

Il consiglio di Froghy:

Prova anche la variante con le noci, sostituendone la medesima quantità ai pistacchi previsti nella ricetta.

Se desideri, puoi anche sostituire i fichi con altra frutta a tuo gusto, come ad esempio uva nera o prugne dolci, tipo Santaclara.

Inoltre, puoi preparare questa ricetta utilizzando, al posto della farina di farro, metà farina 00 e metà farina integrale.

Note e curiosità

I fichi sono in realtà dei falsi frutti, poiché sono le infiorescenze carnose della pianta ed i frutti sono invece i piccoli puntini che noi consideriamo “semini”.

Al contrario di ciò che si può pensare, nonostante la loro proverbiale dolcezza, i fichi hanno un basso contenuto calorico ed un abbondante concentrazione di vitamine e sali minerali e risultano quindi essere degli ottimi alleati per la salute ed il benessere del nostro organismo.

Infatti, grazie alla ricchezza di potassio, calcio e magnesio, oltre a vitamina B e K, sono considerati dai nutrizionisti come eccellente alimento antiossidante.

Alcuni enzimi presenti nei fichi, poi, agiscono anche sull’assimilazione dei cibi da parte di stomaco ed intestino, normalizzando la produzione dei succhi gastrici ed agendo da antinfiammatori delle pareti intestinali.

Essendo ricchi di acqua, i fichi possono idratare in profondità i tessuti del nostro corpo e possono essere usati come alimento dolcificante, in sostituzione, ad esempio, degli zuccheri più raffinati.

“Frutto” antico, considerato dai Greci come altamente erotico, veniva gustato anche dai Romani come antipasto, insaporito con sale o aceto o addirittura in abbinamento a piatti di pesce.

Condividi

Share on facebook
Share on twitter
Share on pinterest
Share on telegram

Grazie ... ti risponderò al più presto